Superiore Poltrona Sacco Slumber

Superiore Poltrona Sacco Slumber
Poltrona Sacco Slumber - Superiore Poltrona Sacco Slumber - Soycafenyc

Superiore Poltrona Sacco Slumber - La mia tecnica di lavoro inizia inoltre da un impegno del governo progettato per elemento, dalle informazioni sulla produzione con il materiale più contenuto dei record. Questo deriva dalla collaborazione con le piccole aziende che hanno perso il loro bdd5b54adb3c84011c7516ef3ab47e54, una dipendenza a cui amo dedicarsi. Prendo in considerazione il fatto di fornire una sfida di intensità di cui dare un'occhiata e programmare le operazioni logiche associate alla credenza del pezzo. Informationever ma | informationever tento di andare oltre il singolo prodotto, la consapevolezza di comprendere le informazioni per la conoscenza a | il modo di | un modo a rispettare la direzione della produzione, per realizzare tutti i passaggi, mi permette di comunicare con il controllo dell'agenzia con una particolare attenzione alla fotografia e alla messa in scena del prodotto ( prandi, 1988, pagina 38).

Debolezze francamente non ne ho individuato nessuna, dopo un mese intero di controlli: bisogna dire che dobbiamo "emergere come familiari" con l'oggetto, sperimentando diverse posizioni per trovare quelle che possono essere più sicure per noi.

"inoltre, l'intera produzione è firmata con l'aiuto di gilardi [12], che mostra un rapporto nuovo di zecca tra natura e artificio con un vero e proprio understatement che riflette l'attitudine contestativa del secondo storico e al quale corrispondono in qualche modo diverse merci (cactus , pratone, puffo) "[13]. Quei fattori di arredo, fabbricati con poliuretano espanso, con un look ironico, permettono ai designer di ignorare le aspettative della persona: ad esempio, i sassi e pavé piuma riproducono la natura ricreandola (sulla base di rilievi effettuati lungo un percorso 'acqua') alveo roccioso di pietre con pietre e massi di diverse dimensioni, nella forma, ma, di sedili teneri che si chiedono l'utente e lo invitano a nuovi approcci di utilizzo.

La poltrona mozza del 1968, ulteriormente firmata con raimondi, è nata anche da un nuovo concetto di seduta. Mozza ha una forma portante a fase variabile, un cilindro in poliuretano alto tagliato a 45 stadi e svuotato internamente in linea con un segmento triangolare che rende il pavimento del sedile accogliente ed elastico. La poltrona rimovibile è protetta con un panno elastico [11]. Nella descrizione dell'autore stesso (raimondi, sd), la poltrona viene presentata come un modello in cui gli elementi convenzionali non sembrano più, che comprende schienale, sedile, braccioli. Mozza è un oggetto allegorico che, modellandosi sotto il peso del telaio e tornando alla sua forma iniziale dopo l'uso, invita il potenziale consumatore a controllare, a scoprire, a parlare. Il pezzo, moderno nella forma, mostra la tensione finalizzata al look dei nuovi linguaggi del design degli arredi degli anni '60: nella forza del rinnovamento ci sono chiari riferimenti alle correnti artistiche del momento, alle regolazioni in abito e al nuove opportunità espressive consentite attraverso le materie plastiche mode (raimondi, sd).

Vedi Anche Altre Idee...

Digita Nel Campo Sottostante e Premi Invio / Ritorna per Cercare