Esotico Poltrona Sacco Di Fantozzi

Esotico Poltrona Sacco Di Fantozzi
Poltrona Sacco Di Fantozzi - Esotico Poltrona Sacco Di Fantozzi - Soycafenyc

Esotico E' SCOMPARSO PIERO GATTI DESIGNER DELLA ICONICA POLTRONA SACCO DI FRACCHIA, MAM-E - La ricerca di una tecnica più giovane, meno critica di quella fornita con l'ausilio del layout più cool degli anni '50, ha portato i designer a privilegiare oggetti dalle forme delicate, con una predilezione per la freschezza e il commercio: da qui è nata la cultura popolare e le formidabili forme meditavano sull'ottimismo degli anni '60, successivamente spazzando via la durezza della guerra pubblicitaria e essendo orientate ad evolversi verso un pubblico più giovane, sono state inoltre notevolmente valutate a prezzi ragionevoli. Anche la scelta dei materiali, spesso plastica, ha visto la sperimentazione e il radicale alternarsi.

Nel 1972 è stata esposta al moma di new york e più tardi in sette musei globali che l'hanno ricoperta della loro eterna collezione di opere d'arte contemporanee o realizzate. Oltre al moma, al musée des arts décoratifs di parigi, al victoria & albert museum di londra, al design museum sulla triennale di milano.

Il museo delle opere d'arte moderna in grande mela, musèe des arts dècoratifs a parigi, museo degli arredi contemporanei di via russi (ra), fondazione triennale layout museo di milano, musèe d'arte nazionale moderne a parigi, powerhouse museum a sydney e shiodomeitalia centro innovativo a tokyo.

Aurelio, avendo già guidato progetti non convenzionali, ha colto la palla ed è diventato proprio grazie alla poltrona sacco che il termine seduta è diventato coniato, ora non è chiaramente una sedia o una poltrona.

La poltrona sacco è una sedia nata da un concetto del 1968 di tre studenti universitari italiani, torinesi: gatti, paolini e teodoro per zanotta. Il sacco è costituito da un involucro contenente sfere in polistirolo elevate, personalizzabili e disponibili in vari colori e finiture, dalla pelle al tessuto.

In realtà, la sua non-pressione le permette di evolvere fino al posizionamento del consumatore, assumendo componenti straordinarie facendo affidamento su chi sta seduto e allo stesso tempo dimostrando di essere un oggetto esteticamente flessibile, continuamente rinnovabile, moderno, preciso .

Una sedia a sacco che si trasforma in una parte dei registri dei sedili, li fa prendere un passo decisivo e radicale, e attraverso l'utilizzo di un materiale povero e in modo eccezionale introduce un prodotto seriale disponibile, ma eccezionalmente elegante sul mercato.

Vedi Anche Altre Idee...

Digita Nel Campo Sottostante e Premi Invio / Ritorna per Cercare