Semplice Poltrona Frau Willy

Semplice Poltrona Frau Willy
Poltrona Frau Willy - Semplice Poltrona Frau Willy - Soycafenyc

Semplice Poltrona Frau Willy - Un'eccellente sintesi di grazia e raffinatezza. Poltrona frau tributo a guglielmo ulrich con il perfezionamento della poltroncina da lui progettata nel 1937. Ha preso il nome dal noto architetto e designer di interni che ha lavorato a molte case di alta classe a milano. La poltrona è progettata, con un'attenta attenzione alla geometria e alla forma, in omaggio allo stile inimitabile di ulrich. Willy è di prim'ordine per le sue tensioni morbide e arrotondate e per il suo comfort avvolgente. Bella, la cucitura a diamante segna il rivestimento, che viene completato in pelle frau® a base di pelle. I braccioli e lo schienale sono prodotti in metallo e l'assistenza del sedile è fornita da cinghie elastiche. L'ammortizzazione è realizzata in poliuretano stampato. La base è composta da pannelli di particelle di media densità con un'estremità nera.

La sedia all'interno dell'ornamento di cuoio, il di nuovo è adornata con il punto decorativo longitudinale, la parte posteriore più bassa è uniformemente nel sidewall. Schiena e podelochnye realizzati su un corpo metallico, il sedile è supportato da cinghie elastiche.

William ulrich è nato a milano nel 1904, figlio di alberto e luisa battaglia. Di nobile famiglia di origine danese, ha frequentato l'accademia di brera, e dopo un anno ha conseguito la laurea in struttura al politecnico di milano.

Forme morbide, avvolgenti, fattori arrotondati che invitano a prendere posto di nuovo e rilassarsi. Lo stile degli anni trenta rivisitato attraverso gli stili cruciali dei nostri tempi. Daisy è una poltroncina compatta che offre un calzino ben aderente e senza pieghe, che integra lo splendore della pelle pelle frau®. Il cuscino è imbottito in piuma d'oca. Le dita dei piedi sono in alluminio satinato, legno di faggio o ruote anteriori con rivestimento centrale rivestito in pelle.

Una sintesi ideale di grazia e raffinatezza. Poltrona frau tributo a guglielmo ulrich con il perfezionamento della poltroncina da lui progettata nel 1937. Ha preso il nome dal famoso architetto e designer di interni, i cui dipinti rappresentano molte delle migliori case milanesi. La poltrona è progettata, con un'attenta cura della geometria e della forma, in omaggio allo stile inimitabile di ulrich.

Forma di aiuti di faggio stagionato. Sedile, schienale e braccioli sono stati sospesi con molle in acciaio a doppio cono legate a mano che poggiano su cinghie di juta. L'imbottitura del sedile è in crine gommato; lo schienale e i braccioli sono in crine vegetale a forma di mano. Il cuscino del sedile è in piuma d'oca. Il design dello schienale è ricevuto tramite guida capitonné operativa. Una fila di chiodi rivestiti in pelle oltre ad adorna di nuovo. Il portatarga è in noce canaletto trattata a cera. La poltrona "1919", dal nome dei 12 mesi in cui è stata progettata, è davvero archiviata sotto il codice "128". Sebbene progettato per un uomo o una donna, filiberto ludovico di savoia, duca di pistoia. Una reinterpretazione della versione classica di bergere, il "1919" si aggiunge ai suoi antenati, con l'energia di un piccolo braccio complementare come accento opzionalmente disponibile progettato per mantenere il posacenere dei duke, poiché era un famoso fumatore di sigari.

Vedi Anche Altre Idee...

Digita Nel Campo Sottostante e Premi Invio / Ritorna per Cercare